Il luogo di messa in sicurezza e di salvataggio può essere considerato, a norma del diritto marittimo internazionale, anche la nave battente bandiera tal dei tali, bandiera straniera.

Dichiarazioni del 11 giugno 2018 di Danilo Toninelli:

Non c’è scritto da nessuna parte che il place of safety, cioè il luogo in cui devono essere sbarcate e messe in sicurezza, sia un porto e soprattutto che sia un porto italiano. Il luogo di messa in sicurezza e di salvataggio può essere considerato, a norma del diritto marittimo internazionale, anche la nave battente bandiera tal dei tali, bandiera straniera. Di conseguenza noi chiederemo, nel caso in cui il diritto internazionale marittimo ce lo dovesse permettere, un’assunzione di responsabilità anche a quel paese la cui bandiera batte all’interno di quelle navi ONG, semplicemente per chiedere una condivisione di un problema che è internazionale, quello dell’immigrazione, e che fino all’arrivo di questo Governo era gestito solo dall’Italia.

Fonte: video.